Iniziamo oggi una rubrica settimanale con i CINQUE consigli utili per i centauri!

Le vacanze estive incalzano (e anche i weekend fuori porta!) quali controlli dobbiamo fare prima di metterci in viaggio?viaggio moto

Prima di affrontare un viaggio è buona norma effettuare un check-up della moto.

1- Il tagliando

La prima – banale- cosa da fare è  controllare quando la moto dovrà essere sottoposta al tagliando.
Attenzione: questo passaggio è spesso sottovalutato ma le case produttrici conoscono il loro prodotto meglio di noi e sanno indicarci quando è necessario portare la moto in officina.
Se la moto non  più in garanzia, effettuate qualche ricerca e preventivo sul lavoro da fare e aggiungete alla vostra assicurazione l’estensione di garanzia.

****2- L’officina mobile

Gli attrezzi in dotazione alla moto sono necessari per un intervento di emergenza che consenta di raggiungere la più vicina officina. Due coppie cacciaviti con lame e croci di misure medie e piccole, un paio di pinze classiche e uno di tipo “grip” (a scatto), un martello di 300-400 gr, un paio di forbici e una serie di chiavi da 6 a 22 mm, con duplicati per le misure più ricorrenti (8-10-12-13-14-17 mm) non dovrebbero mai mancare nemmeno per le gite di fine settimana!

****3- L’equipaggiamento elettrico

Per sistemare piccole noie all’impianto elettrico, è utile portare sempre con sé un voltmetro e 2-3 metri di cavo elettrico unipolare di 1,5 mm di sezione.Non dimenticate assolutamente il nastro isolante. In mancanza del voltmetro, ci si può dotare di una lampadina 12 V da luce di posizione inserita in un portalampada recante due cavetti stagnati, con estremità libere munite di morsetti a coccodrillo. Il voltmetro o la lampadina saranno utilissimi per controllare l’efficienza di un circuito e localizzare esattamente eventuali interruzioni del passaggio della corrente elettrica.**
**

4- Controlla l’equilibratura delle ruote

****per effettuare questo controllo è necessario imprimere manualmente una certa rotazione alla ruota, quindi lasciare che si fermi progressivamente. Segnare con un gessetto il cerchio nel punto più vicino al terreno. Ripetere più volte l’operazione: se la ruota si ferma sempre in punti diversi, significa che non ha bisogno di equilibratura; se invece si ferma sempre nello stesso punto, occorre procedere all’equilibratura!

5- Controlla i cuscinetti dello sterzo

Mettete la moto sul cavalletto centrale e, tenendo la ruota anteriore sollevata da terra, afferrare con le mani le estremità inferiori della forcella e tentare di muoverle avanti e indietro con forza. Non si deve percepire alcun gioco; in caso contrario, a meno che non si possieda adeguata esperienza, rivolgetevi ad un’officina!

e ultima ma non per importanza:

5 bis- Controlla che l’assicurazione sia valida!

Controlla di avere tutti i documenti in regola e che la tua RC (obbligatoria) non sia scaduta!