Stai sbirciando un po' su internet alla ricerca della tua compagna di viaggio ideale, i prezzi sono allettanti e ciò non toglie che tu possa ottenere il tuo bolide a due ruote con un buon affare.
Ma bisogna sempre considerare che quando si decide di acquistare tramite venditori privati, le brutte sorprese possono trovarsi dietro l'angolo.
Per questo motivo nel nostro articolo ti consigliamo le verifiche che dovresti effettuare quando vai a vedere, dal venditore, la moto che vorresti acquistare 😎

10 aspetti da considerare prima di comprare una moto usata

  • Documenti: controlla che il numero del telaio e del motore, riportati sul libretto, corrispondano effettivamente a quanto riportato sulla moto stessa.
    Tramite visura della motorizzazione, è possibile verificare che la moto non sia sottoposta a fermo amministrativo e che il pagamento dei bolli sia in regola
  • Tagliandi: è importante che questi siano sempre stati fatti con regolarità.
    Tieni presente che se la moto è recente, dovrebbe essere tutto ok e documentato.
    Se la moto, invece, è vecchia, chiedi di vedere la documentazione inerente ai vari interventi di manutenzione.
  • Estetica della moto: passa in rassegna la moto poiché non basta che sia pulita e in ordine esteticamente.
    Controlla che non ci siano segni di cadute e che la verniciatura non sia caratterizzata da tonalità diverse.
    In quest'ultimo caso sarebbe opportuno informarsi della motivazione.
    Importante inoltre che le leve siano uguali, sul piano del modello, e che le viti non siano usurate.
    Nel caso in cui ci dovessero essere pezzi non originali montati, è opportuno richiedere sempre le parti originali.
    Nel complesso la moto deve rispecchiare i chilometri e gli anni che ha
  • Eventuali modifiche: fai attenzione ad acquistare una moto modificata da qualcuno che non si conosce poiché alcune modifiche potrebbero non essere in linea con le norme del codice della strada.
    Se ci sono accessori particolari, verificare che funzionino perfettamente e che siano omologati.
    Nel caso sarebbe buona norma farsi dare anche i pezzi originali
  • Trafilaggi: fare delle pompate con la forcella anteriore e poi passare il dito sugli steli dei paraoli.
    Con le pompate vedi se la forcella non sia troppo cedevole, usando il dito vedrai invece se dai paraoli vi siano perdite d'olio o meno.
    Controllare che non ci siano ulteriori perdite d’olio sul cilindro, sul carter e sulle guarnizioni; presta attenzione che vicino al motore o radiatore non ci siano schizzi verde rame, sennò significherebbe che il radiatore è bucato.
    Infine, controlla che non ci siano macchie bianche o incrostazioni vicino alla batteria
  • Catena, corona e pignone: verificane l'usura e che la lubrificazione e pulizia siano a posto.
    Il check di catena, corona e pignone conferma se il chilometraggio indicato sia corretto o meno.
    Tieni presente che di solito il cambio di questo gruppo viene effettuato ogni 30.000 chilometri; per le moto più grosse, invece, anche prima dei 30.000 chilometri
  • Pneumatici: verifica lo stato di usura e che non ci siano deformazioni o taglietti sul battistrada. Tramite gli indicatori di usura del battistrada, che sono piccole barrette in rilievo che si trovano sul fondo delle scanalature principali, controlla che non venga raggiunto il livello di queste, altrimenti è necessario cambiare gomme
  • Freni: controlla che lo spessore delle pasticche sia a posto. Il disco non deve presentare segni oppure scalini, ciò lo puoi verificare passando il dito sul bordo del disco.
    Se la moto ha il cavalletto centrale, potresti issarla e far girare le ruote: così facendo potrai verificare che girino senza ondulazioni.
    Controlla infine che i cerchi non abbiano botte, segni o riverniciature
  • Avvia la moto: una volta accesa, aspetta che entri in temperatura, dai rapidi colpi di gas e presta attenzione che non ci siano fumi o rumori strani. Altrimenti potrebbe voler dire che le valvole, la distribuzione o altre parti del motore necessitino di interventi
  • Giro di prova: questo è il punto un po' più ostico, in quanto non tutti magari lo concedono. Nel caso in cui dovessi avere questa gentile concessione sarebbe ottimo per tirare le somme alla luce degli aspetti valutati in precedenza.
    Mantenendo un'andatura costante, presta attenzione che la moto risponda bene ai comandi e che non ci siano rumori anomali o spie di servizio accese.

E se dopo aver valutato tutti questi aspetti, decidi di acquistare la tua moto... ti rimane un'ultimo aspetto importante: assicurarla!
Con la polizza Motoplatinum ti assicuri ad un prezzo davvero conveniente e puoi aggiungere tutte le garanzie di cui hai bisogno con pochi click.
Calcola subito un preventivo senza impegno!